le vite degli altri

ormai farsi in fattacci altrui è diventato sport nazionale, perchè basta un click per vedere cosa fanno in ogni momento. Naturalmente perchè viene postato e condiviso pubblicamente. Non si tratta di “tutto” ma di quello che vuoi far vedere, che di solito è bello, divertente e raramente triste e incazzoso. Cosi mi capita di rimanere agganciata a quello che dice e scrive “l’uomo perfetto sulla carta”. Ho scritto di lui, mai lo nominai e mai lo nominerò. Ma credo di non essere mai stata affascinata dalla mente di una persona cosi tanto, così profondamente. perchè non ha mai ingranato? non lo so… o forse si, ma sono tanti i motivi che non saprei scegliere quello scatenante. tant’è. di “vissuto” poco, di pensato tanto … e ora mi capita di leggerlo. e penso ogni volta. “cazzo… ” Non rimpiango (più), ma vedere che ha ottenuto ciò che voleva, mi fa invidia, positiva per carità, ma con un velo di malinconia. Naturalmente nella sua nuova vita c’è LEI … E lui è perfetto anche con lei… weekend fuori, ironia, unione di famiglie. Anche qui invidia, profondissima. Dov’è l’uomo che passa a prendermi il venerdi sera per un weekend al mare/lago/capitale europea. [PS: la mia parte la pago io, sia chiaro! non sto parlando di farmi regalare tutto questo, non è il punto].

ecco la loro vita senz’altro ha delle difficoltà, non saranno rose, fiori e cuoricini. Quello che lasciano sbirciare però è quello che desidero, e in questo momento sembra irraggiungibile. Invidio lei che ha saputo conquistarlo e che “lives the dream” my dream.

Mi sento a un bivio… la strada sulla quale sono, non mi darà quello che voglio, per lo meno sembra molto difficile al momento. e perchè continuo a starci? perchè io non pubblico le cose belle che mi succedono, perchè vale la pena, anche se a volte è difficile. perchè non lo so, e ancora non ho deciso.

Annunci

2 pensieri su “le vite degli altri

  1. Nemmeno io le pubblico più, ma le pubblicavo. Ho smesso di essere sui social e mi sento felicemente ignorante. Non è snobismo o retorica ma davvero per me è bello non sapere le cose inutili degli altri e non far sapere di sé alla gente inutile.
    Ho perso per strada un sacco di gente inutile per aver lasciato i social, gente che scriveva auguri al mio compleanno ma in realtà avrebbe evitato volentieri di farlo.
    Abbandonare i social è stato l’unico dono utile che ho ricevuto dal manipolatore che ho amato.

  2. le cose importanti di me non le ho scritte sui social. è una questione di riservatezza mia, non è il canale giusto. Quando ho visto un post di una amica per un momento triste, bhe l’ho chiamata. poi mandare gli auguri a persone che non sono amiche ma conoscenze, per me ci sta. leggerezza del mezzo, leggerezza dell’utilizzo. non demonizzo i social, la società è cambiata. tutto si è amplificato… una volta si viveva nel paese e le pettegole che ti raccontavano tutto c’erano. ora si vive nel mondo… e le pettegole sono i social. naturalmente se c’è chi ti infastidisce sui social è giusto allontanarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...